80 ANNI! (2)

 80 ANNI!

80 anni fa il Piccolo Cottolengo Milanese iniziava quello che sarebbe stato il suo percorso di amore e carità verso i più bisognosi. Il ricordo di quello spirito che ha animato nel tempo chi si è adoprato nel far crescere e sviluppare al meglio la struttura ci stimoli sempre più e ci spinga a credere che tutto si può e si deve migliorare.

Riporto gli scritti raccontati sul diario dell’epoca:

4 novembre 1933 - Don Orione apre il Piccolo Cottolengo Milanese.

Oggi, festa di San Carlo Borromeo, Don Orione manda a Milano il suo Vicario Don Carlo Sterpi ad aprire il Piccolo Cottolengo.

Verso mezzogiorno arrivano al Restocco, sede del nuovo Istituto, le prime Suore: Suor Maria Croce, Suor Maria Mansueta, Suor Maria Pater Noster, Suor Camilla, Suor Angela, destinate da Don Orione ad assistere le malate che la Divina Provvidenza affiderà alle materne loro cure. Prendono possesso del vecchio convento, che le Carmelitane, dopo la vestizione monacale della Principessa Paternò, hanno lasciato, perché sperduto tra i prati della periferia. La casa è molto povera e disadorna, però è ordinata e pulita poiché i chierici di Tortona, mandati qualche giorno prima da Don Sterpi, vi hanno lavorato anche di notte. Nel pomeriggio il Delegato Arcivescovile, accolto da Don Sterpi, benedice la chiesetta, visita la casa e, prima di andarsene, esprime l'augurio che si possa fare tanto bene. Così, con la benedizione del rappresentante dell'Arcivescovo e sotto gli auspici di San Carlo Borromeo, ha inizio il Piccolo Cottolengodi Don Orione in Milano. Deo gratias!

 4 novembre 1933 - Milano

Reverendissimo Don Orione,

Deo gratias.

      
            
La Piccola Opera della Divina Provvidenza sia a Milano come il chicco evangelico di senapa: piccolo, ma forte.

            Dia ogni ben di Dio ai derelitti, ma assicuri anche ai patroni e benefattori quello che talora meno hanno: la grazia del buon Dio.

          

            Benedicendo di cuore Lei e le opere che Dio Le ha commesse, mi raccomando tanto alle Sue preghiere confermandomele in Cristo.

             
            Aff.mo

                                       Ildefonso card. Arcivescovo